Il nuovo spettacolo di
Elisabetta Faleni

con
Laura Gamucci


direzione allestimento : Valentino Infuso
disegno luci: Alexander Laurenzo
consulenza musicale: Giovanni Venosta
scenotecnica: Giuseppe Mento


Dal 23 al 25 novembre

Associazione Culturale Van-Ghè, via Bastia 15 -Milano
Metro gialla Crocetta - tram 24

Apertura ore 20,30
Inizio spettacolo ore 21,00. Durata 60’.

Ingresso soci Vanghè (12 € erogazione liberale)
Per i non soci, si prega di compilare on line il modulo di adesione cliccando
diventa socio
entro le 24 ore prima dello spettacolo.

La prenotazione, poiché i posti sono limitati, è vivamente consigliata!!!


prenota inviando una mail a
pa@van-ghe.it
o info@van-ghe.it
con indicazione di nome e cognome, il giorno e i posti da prenotare.
Per maggiori informazioni 328.83.87.575


LO SPETTACOLO

 

Il corpo è lo spazio dove si svolge la rappresentazione.
Un piccolo luogo che si concede alla moltitudine dei tanti Sé.

Le numerose anime che lo abitano colgono l´occasione per incarnarsi in un istante di lucidità fermato dal corpo dell´attrice che si modifica compiendo giri su se stessa, vestita di una gonna che ricopre tutto il palco e che trascina con se e centripeta gli oggetti esterni e complementari alla trasformazione. Tutto viene inglobato in un umano buco nero e il tenace attaccamento agli oggetti della nostra vita viene osservato, distanziato, dimenticato.

Luogo
Il corpo dell’attore come spazio teatrale.

Personaggi
La moltitudine dei tanti sé osservati con sgomento, ironia
e compassione.

Tempo
Non mi è dato di sapere né la durata né la destinazione, ma farò
molte soste per frequentarmi un po’. L’approdo è imprevedibile
e non basta una vita.


E’ un monologo,
è minimale,
un piccolo luogo che non fa male,
un discorso trasudato sul corpo
che è moltitudine, tumulto di sé,
pensiero femminile che gira in tondo
storia affannata, 
che troverà pace.
Parti di anime fatte a pezzetti,
condivisibili, foriere di pace.
Anime in parti, soffiate nei sogni,
un respiro calmo
all’incontro con gli altri.

E’ un lavoro che rientra nel genere teatro danza, con la regia di Elisabetta Faleni, ballerina diplomata al Teatro alla Scala e al Bolscioi di Mosca, che ha approfondito il proprio percorso nel teatro-danza con la compagnia Tanztheater di Pina Bausch e con diversi registi teatrali, elaborando una propria drammaturgia del movimento applicata al lavoro dell'attore



torna su

I PARTNERS